Prevenzione soffocamento da cibo età pediatrica, le linee indirizzo del Ministero

Con il documento Linee di indirizzo per la prevenzione del soffocamento da cibo, in età pediatrica, il Ministero della Salute fornisce una serie di indicazioni pratiche in risposta al rischio di soffocamento da cibo nei bambini da 0 a 4 anni.

Linee guida prevenzione soffocamento cibo

Cibo e alimenti, in particolare, ricoprono tra il 60% e l’80% delle cause di soffocamento da corpo estraneo nei bambini.  Tipi di alimento come ossicini di pollo, lische di pesce, noccioline e semi e anche forma, consistenza, taglio e dimensione delle pietanze.

Come indicato dal Ministero della Salute, il gruppo di lavoro che ha partecipato alla redazione del documento è composto da un pool multidisciplinare “istituito presso la Direzione Generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione (DGISAN), in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), le Associazioni di categoria e con ricercatori esperti in materia”.

Le regole alla base del documento sono riassunte in due tabelle sulla preparazione degli alimenti e sui giusti comportamenti da adottare mentre si è a tavola. Sono accompagnate da riflessioni particolari indirizzate alla popolazione, all’industria alimentare – ristorazione, agli operatori sanitari e alle istituzioni.

Qui di seguito raccogliamo alcune delle principali regole per la prevenzione indicate dal gruppo di lavoro:

  • tagliare in pezzi piccoli tutti gli alimenti di forma tondeggiante (come, olive, polpette, pomodorini ecc.);
  • tagliare a metà le rondelle di cibi di forma cilindrica, come i würstel;
  • attendere i 5 anni di età del bambino prima di somministrare arachidi, semi e frutta secca a guscio;
  • mettere a bagno e tritare la frutta disidratata;
  • tritare in farina tutti gli alimenti che si possono rompere in pezzi solidi, come i cracker;
  • grattuggiare o cuocere a fondo frutta e verdura a consistenza dura;
  • prestare particolare attenzione alla rimozione di ossicini dalla carne e lische dai pesci;
  • aagliare in pezzi piccoli salumi e prosciutti;
  • attendere i 5 anni di età prima di concedere caramelle gommose e dure.

Linee guida comportamentali:

  • il bambino deve mangiare a tavola, senza essere distratto da TV o videogiochi;
  • creare un ambiente rilassato e tranquillo;
  • evitare di somministrare cibo quando il bambino ride o piange;
  • spronare il bambino a mangiare lentamente.