L’EFSA punta all’efficienza dei controlli per la sicurezza delle carni

L’autorità per la sicurezza alimentare in Europa (EFSA) , propone nuovi sistemi di sicurezza che puntano a migliorare l’efficienza dei controlli al fine di ridurre eventuali rischi relativi a:

  • Salute pubblica;
  • Trasporto carni;
  • Metodo di ispezione delle carni;

Lo scopo principale dell’EFSA è quello di analizzare l’attuale gestione dei controlli al fine proporre le opportune modifiche necessarie a garantire la sicurezza e la tutela della salute dei cittadini.

L’EFSA ha individuato i punti più critici nel procedimento di macellazione delle carni, indicando anche quali pratiche mettere in atto al fine di ridurre eventuali rischi:

  • Mettere in pratica un sistema di raccolta delle informazioni basato sulle esperienze passate che permetta di valutare i rischi per il futuro.
  • Evitare l’utilizzo delle tecniche di “palpazione e incisione” per le ispezioni post mortem sui suini destinati alla macellazione ordinaria.
  • Adottare programmi di campionamento del bestiame secondo quanto previsto dai protocolli HACCP e dal manuale di rintracciabilità.
  • Effettuare i dovuti controlli sulle carcasse in tutte le fasi della produzione.

Grazie all’intensificarsi dei controlli ma anche grazie agli appunti diffusi dall’EFSA sarà possibile analizzare nel dettaglio tutte le possibili anomalie presenti nella filiera produttiva, dall’allevamento alla macellazione delle carni al fine di garantire maggiore sicurezza per i consumatori.