Norovirus nei lamponi surgelati, morti 3 anziani e 70 contaminati in Svezia.

Tre morti e settanta contaminati da norovirus tra gli ospiti di una residenza per anziani in Svezia dopo aver mangiato un dolce a base di lamponi (surgelati d’importazione). L’agenzia svedese per la sicurezza alimentare ritiene che la contaminazione derivi da un dipendente infetto impiegato nell’azienda di confezionamento dei lamponi utilizzati nella preparazione del dolce fatale.

Proprio per prevenire il rischio di contaminazione indiretta, si raccomanda di bollire i lamponi surgelati per almeno un minuto prima di mangiarli, così da eliminare il norovirus: circostanza che, nonostante le indicazioni riportate sulla confezione lo prevedessero, nella residenza svedese non si è verificata. Il norovirus può avere un impatto particolarmente pericoloso sulle persone anziane ed in generale su quanti abbiano un sistema immunitario debole o compromesso.

Come sappiamo i norovirus, scoperti nel 1972, sono tra gli agenti più diffusi di gastroenteriti acute di origine non batterica e rappresentano un serio problema in termini di sicurezza alimentare. Le infezioni causate da norovirus si manifestano soprattutto in situazioni c.d. comunitarie: come ad esempio ospedali, case di riposo, scuole ovvero ambienti confinati, come navi da crociera o aerei di lunga tratta.