Nuove etichette, più sicurezza alimentare per i consumatori

Dal 22 novembre sono in vigore gli obblighi per ciò che riguarda le nuove etichette alimentari. L’importanza di questo strumento, unito al manuale di rintracciabilità e alle certificazioni alimentari, sono i mezzi che hanno i consumatori per tutelare la propria sicurezza alimentare. La normativa, già pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, recepisce una direttiva europea, che impone l’introduzione di ulteriori informazioni nutrizionali, oltre a quelle già presenti.

Il consumatore verrà quindi maggiormente tutelato, grazie all’obbligo di evidenziare la presenza di allergeni, inoltre la lettura delle etichette sarà facilitata, in quanto ne sono state aumentate le dimensioni e l’obbligo di apporre la data di scadenza anche sulle confezioni singole. Infine, ma non meno importante, è il divieto di inserire informazioni fuorvianti. Coldiretti si mostra lieta della nuova normativa, primo perché la normativa precedente risaliva al 1979, secondo perché adesso sarà obbligatorio indicare la provenienza di tutti i tipi di carni, cosa che aiuterà la promozione dei prodotti prettamente italiani. Per gli altri prodotti (derivati della carne e caseari) invece l’obbligo di indicare la provenienza verrà introdotto fra 2 o 3 anni.

Manuale di autocontrollo alimentare HACCP

Il controllo della corretta manipolazione degli alimenti lungo tutta la filiera, dalla produzione alla conservazione fino alla vendita ovvero al suo stoccaggio, è un obbligo a carico del datore di lavoro che si traduce in valutazione dei rischi, formazione obbligatoria per sé e suoi dipendenti, analisi di laboratorio e appunto redazione del manuale HACCP.

Vai al Manuale HACCP