L’Italia a supporto di Israele per la normativa sulla sicurezza alimentare

L’importanza della normativa sulla sicurezza alimentare è alla base della tutela dei consumatori, lo sanno bene i responsabili dello stato di Israele che hanno richiesto il supporto del governo e delle istituzioni italiane per la revisione delle loro normativa in merito alla gestione della produzione e commercializzazione di prodotti alimentari e veterinaria. L’Italia da sempre marchio di qualità per gli alimenti, anche grazie alle rigide norme in merito ai corsi haccp, è stata chiamata a fornire consulenza per migliorare la qulità dei prodotti di Israele.

Tel Aviv ha chiesto all’Italia consulenza per il rinnovo della legislazione in tema di sicurezza su alimenti e veterinaria tramite un accordo firmato infatti il Ministero della Salute italiano supporterà il Ministero dell’Agricoltura israeliano allo scopo di:

  • migliorare e rinnovare le leggi relative alla sicurezza alimentare,
  • aggiornare le procedure di gestione degli allevamenti,
  • ridefinire le norme veterinarie.

Il progetto prevede una collaborazione sotto forma di consulenza gestita e coordinata dal dottor Federigo Santini, referente locale del progetto. Diciotto mesi durante i quali la delegazione lavorerà insieme alle istituzioni locali per migliorare tutto l’ambito del settore alimentare adeguando tutto in base a quanto definito dalla normativa europea al fine di tutelare i cittadini israeliani.