In che cosa consiste la certificazione haccp

La certificazione haccp è un riconoscimento obbligatorio che devono avere tutte le persone che intendono lavorare nel settore alimentare o in ogni caso, tutte le persone che per lavoro si trovano a contatto con alimenti sfusi o confezionati.

Per comprendere al meglio in cosa consiste la certificazione haccp è necessario conoscere quali sono gli accorgimenti che le aziende devono avere e a cosa si va incontro se non si rispetta la normativa sulla sicurezza alimentare. Quando si parla di certificazione haccp si fa riferimento alla normativa haccp, dove haccp sta per Hazard Analysis and Critical Control Point (Analisi dei rischi e dei punti critici di controllo) vale a dire a quella serie di leggi che riguardano l’igiene alimentare non solo a carattere nazionale ma anche a livello europeo.

La sicurezza alimentare è una materia molto ampia, per questo per ottenere la certificazione è necessario affidarsi a professionisti accreditati del settore per una corretta formazione su questa materia con l’obiettivo di poter dimostrare che l’azienda e in particolare il lavoratore addetto a contatto con gli alimenti, sia adeguata alla normativa haccp.

Se non sei sicuro della tipologia di certificazione di cui hai bisogno chiedi assistenza al nostro staff al numero verde 800.14.66.25

I corsi di formazione HACCP, sostitutivi del libretto sanitario, da noi proposti, sono stati strutturati per permettere al candidato di svolgere i programmi di studio (argomenti e tempi) previsti dalle normative regionali, attraverso l’interattività del nostro sito.

Sicurezza alimentare dunque, ma cosa si intende? La sicurezza alimentare riguarda la qualità e la sicurezza degli alimenti e delle bevande che vengono venduti negli esercizi commerciali, qualità che deve garantire la salubrità degli alimenti, la corretta conservazione e manipolazione e soprattutto l’assenza di contaminazioni tra alimenti di diverso genere.

Primo obiettivo quindi è la riduzione dei rischi e per ridurre i rischi la normativa haccp prevede che l’azienda si occupi della valutazione dei rischi che si possono correre e che quindi possono influenzare negativamente la sicurezza degli alimenti e bevande proposte alla clientela. I rischi di contaminazione possono essere di diverso genere e possono essere causati da molteplici cause. Un esempio può essere d’aiuto per comprendere alcuni ambiti in cui rispettare la normativa haccp è obbligatorio e molto importante.

Nel posto di lavoro, poniamo un supermercato è necessario rispettare le norme per la conservazione degli alimenti. La fase di scarico delle merci e del loro posizionamento nei banchi per la distribuzione, la conservazione in magazzino, la manipolazione degli alimenti, ma anche la somministrazione e vendita sono tutte fasi che devono rispondere a delle precise indicazioni che permettono la riduzione del rischio contaminazione, la corretta conservazione e il corretto mantenimento della salubrità degli alimenti venduti.

MANUALE HACCP

AUTOCONTROLLO ALIMENTARE

Il documento essenziale, il vademecum relativo alle analisi e alla valutazione dei rischi, da effettuare nel processo di gestione delle criticità di contaminazione degli alimenti.

Vai al manuale